E’ stata pubblicata il 28/02/2015 in Gazzetta ufficiale la legge 11/2015 con la quale è stato convertito il decreto legge 192/2014, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative (cosiddetto Milleproroghe). Numerose le novità.  Si elencano alcune di particolare interesse.

  • Regime dei minimi  – Riapertura dei termini per l’adesione al vecchio regime di vantaggio per l’imprenditoria giovanile (con imposta sostitutiva al 5%), anche da parte dei contribuenti che hanno avviato l’attività nel 2015.
  • Gestione separata – Fermato per il 2015 l’aumento dei contributi per gli autonomi iscritti alla gestione separata INPS, che restano al 27% per poi salire gradualmente.
  • Rientro dei cervelli – Estesi fino al 2017 gli incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori italiani che si sono trasferiti all’estero.
  • Rinvio abrogazione Comunicazione IVA – Si rinvia dal 2015 al 2016 l’anticipo dei termini di invio della Dichiarazione IVA annuale al 28 Febbraio e la contestuale cancellazione dell’obbligo di invio della comunicazione annuale.
  • Rateazione Equitalia – Si riaprono i termini per chiedere un piano di rate per i debiti con il Fisco. Chi è decaduto fino a fine 2014 può fare la richiesta entro il 31 luglio. Niente azioni esecutive per chi accede a un nuovo piano.