Domanda di Assegno per il Nucleo Familiare: Novità 2019

L’assegno al nucleo familiare è uno strumento di sostegno erogato dall’Inps in favore delle famiglie dei lavoratori dipendenti e dei pensionati o percipienti di Naspi da lavoro dipendente, i cui nuclei familiari includano più di un componente e che abbiano redditi inferiori a quelli determinati ogni anno dalla legge.

Richiesta ANF, le Novità

A partire dallo scorso mese di aprile l’Istituto ha disposto l’applicazione di nuove regole e procedure per la richiesta, il procedimento autorizzatorio e l’erogazione di questo strumento di sostegno al reddito delle famiglie e il processo è stato interamente telematizzato: oltre che attraverso il servizio WEB, la domanda può essere presentata esclusivamente tramite i Patronati, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi, non essendovi altri intermediari autorizzati.

Soltanto le domande presentate dagli operai agricoli a tempo indeterminato (OTI) continueranno a mantenere la modalità cartacea (modello ANF/DIP – cod. SR16).
Cambia anche la procedura di erogazione degli ANF: il datore di lavoro mantiene la funzione di mero anticipatore delle somme dovute al lavoratore a titolo di prestazione familiare ma gli importi teorici spettanti al lavoratore vengono determinati direttamente dall’INPS.

Importi ANF 2019

L’INPS, nella Circolare n. 66 del 17 maggio 2019, ha provveduto ad aggiornare i livelli di reddito ai fini della corresponsione dell’assegno per il nucleo familiare in misura pari alla variazione dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati, calcolato dall’ISTAT, e gli importi erogabili.
Ai nuovi valori, che entreranno in vigore dall’1 luglio 2019 e fino al 30 giugno 2020, è stato applicato un indice di rivalutazione pari all’1,1 per cento.