Incentivo per le Assunzioni al Sud

L’ INPS, con la Circolare n. 41 dell’1 marzo 2017, ha stabilito la procedura che i datori di lavoro devono seguire per richiedere lo sgravio e fruirne.

L’agevolazione è riservata alle nuove assunzioni effettuate, dall’1 gennaio al 31 dicembre 2017, dai datori di lavoro, anche non imprenditori, presso unità produttive situate:

  • nelle Regioni “meno sviluppate” (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia);
  • nelle Regioni “in transizione” (Abruzzo, Molise e Sardegna);
  • indipendentemente dalla residenza della persona da assumere.

Possono fruire dell’incentivo i datori di lavoro privati, anche non imprenditori, che, non in ottemperanza ad un obbligo precostituito, assumono:

  • giovani di età compresa tra i 16 anni e 24 anni, che abbiano reso la dichiarazione d’immediata disponibilità al lavoro;
  • lavoratori con almeno 25 anni di età, privi d’impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi.

L’incentivo è fruibile in dodici quote mensili dalla data di assunzione/trasformazione del lavoratore e riguarda i contributi previdenziali a carico del datore di lavoro nella misura massima di 8.060,00 euro su base annua per ogni lavoratore assunto.