Abrogata la Comunicazione dei Beni ai Soci

Con l’articolo 13, comma 4-sexies del D.L. 244/2016 (c.d. decreto Milleproroghe) il legislatore ha abrogato la disciplina riguardante l’obbligo di comunicazione al Fisco dei beni d’impresa concessi in godimento ai soci o familiari dell’imprenditore, nonché dei finanziamenti e delle capitalizzazioni erogati all’impresa dagli stessi soci o familiari dell’imprenditore (articolo 2, commi 36-sexiesdecies e 36-septiesdecies del D.L. 138/2011).

Resta ferma, invece, la norma relativa la tassazione del reddito in capo al socio o familiare utilizzatore di cui all’articolo 67, comma 1, lett. h-ter), del Tuir.

Pertanto, la differenza tra il valore di mercato e il corrispettivo annuo per la concessione in godimento di beni dell’impresa a soci o familiari dell’imprenditore continua ad essere qualificata come reddito di natura diversa.
In pratica, è stato abolito solo l’obbligo formale, ma non quello sostanziale.