Estetista

L’ Estetista effettua trattamenti non terapeutici sulla superficie del corpo umano al fine di migliorarne l’ aspetto estetico.
A tale scopo applica tecniche manuali, utilizza gli strumenti e le apparecchiature elettro-meccaniche per uso estetico consentite dalla legge e usa prodotti
cosmetici adeguati alle caratteristiche specifiche e alle esigenze dei clienti.

I principali trattamenti riguardano: pulizia e cura estetica della pelle del viso e del corpo, massaggi con
finalità estetica, abbronzatura artificiale, depilazione ed epilazione, manicure, pedicure,
decolorazione unghie, trucco estetico, attenuazione della cellulite.
Deve garantire sicurezza e igiene dei trattamenti effettuati, deve saper intervenire con tecniche di primo soccorso in caso di malore/infortunio ed essere in grado di suggerire al cliente precauzioni, comportamenti e prodotti cosmetici per la cura estetica del corpo.

Requisiti

L’ attività di estetista è disciplinata dalla Legge nr. 1/1990 e s.m.i..
All’ articolo 3 suddetta legge elenca i requisiti professionali richiesti.
Non si è subordinati al rispetto del criterio della distanza minima o di parametri numerici prestabiliti, riferiti alla presenza di altri soggetti svolgenti la medesima attività, e al rispetto dell’obbligo di chiusura infrasettimanale. Sono fatti salvi il possesso dei requisiti di qualificazione professionale, ove prescritti, e la conformità dei locali ai requisiti urbanistici ed igienico-sanitari (D.L. nr. 7/2007, art. 10, c.2)

Si tratta, ai sensi della Legge nr. 443/1985 di un’ attività artigiana, soggetta a SCIA (Legge nr. 241/1990 e s.m.i.).

Regione Campania: Delibera della Giunta Regionale 7 maggio 1991, n. 2863 (B.U.R. n. 30 dell’ 8 luglio 1991): L. n. 1/1990. Disciplina delle attività di estetista. Definizione del contenuto tecnico-culturale dei programmi dei corsi e delle prove d’esame.

Il codice ATECO consigliato è il seguente:

CODICE ATECO 96.02.02

SERVIZI DEGLI ISTITUTI DI BELLEZZA - servizi di estetista - trattamenti al viso e di bellezza, trucco eccetera

Potresti adottare per questa attività il Regime Fiscale Forfettario beneficiando del 15% di imposta sostitutiva, e nel caso di una “Nuova” Attività pagare addirittura solo il 5% di imposta sul tuo reddito forfettario.
Il Regime Forfettario può essere adottato solo in presenza di determinati requisiti e senza ricadere in nessuna delle cause ostative.

coefficiente di redditivita' in REGIME FORFETTARIO

1 %
ESTETISTA

La fase di apertura di un’ attività è molto delicata e, pertanto, Ti consiglio di affidarti sempre ad un Professionista, per non lasciare nulla al caso e non incorrere in errori.

Sarà necessario, in fase di apertura, provvedere a tutti gli adempimenti richiesti nei confronti del Registro Imprese, Agenzia Entrate, INPS, INAIL, Comune.

L’ INPS Gestione Artigiani prevede una contribuzione del 24% (dati 2023) con un minimale (fisso) pari a circa 4.200 Euro annui.

Se adotti il Regime Forfettario puoi richiedere una riduzione contributiva del 35%.

SEMPLIFICATO O FORFETTARIO?

Non lasciare la scelta al caso
Consulta sempre un Professionista
Inizia con serenità la Tua Professione !!

PRENOTA ORA
Estetista