Forfettari, l’ addebito del bollo è compenso

Imposta di Bollo di 2 Euro

L’ imposta di bollo è dovuta dai contribuenti in regime forfettario in presenza di fatture di ammontare superiore ad euro 77,47.
L’ articolo 22 del D.P.R. 642/1972 prevede la solidarietà dell’ imposta in capo sia all’ emittente la fattura che al soggetto committente, ma l’ obbligo di apposizione del contrassegno è sempre a carico del soggetto che consegna o spedisce la fattura (in quanto il bollo è dovuto all’ origine).

Interpello 428/2022 – Il riaddebito è compenso

Quindi l’ obbligo di assolvere tale imposta grava, innanzi tutto, sul soggetto che emette la fattura.
Se l’ imposta viene rimborsata dal cliente finale, il relativo ammontare diviene parte integrante del compenso del contribuente in regime forfettario.

L’ Agenzia delle Entrate, con la risposta all’ interpello nr. 428/2022 (così come precedentemente evidenziato nell’ interpello nr. 67/2020) ha evidenziato che l’ eventuale addebito in fattura dell’ imposta di bollo da parte di un contribuente in regime forfettario deve essere gestito quale componente positivo di reddito.

Quindi l’ addebito del bollo in fattura non deve essere indicato come “anticipazione in nome e per conto” bensì quale voce di ricavo/compenso.

Ne consegue che:

  • L’ ammontare del bollo rimborsato entra a far parte dei ricavi/compensi posti alla base della determinazione forfettaria del reddito;
  • L’ ammontare del bollo rimborsato rileva anche ai fini previdenziali nella determinazione del reddito da assoggettare a contribuzione Inps Gestione Separata, compresa anche l’ eventuale rivalsa;
  • L’ ammontare del bollo rimborsato rileva anche ai fini della determinazione dell’ ammontare di compensi da assoggettare a contributo integrativo dovuto alle Casse di Previdenza.

Nella compilazione della fattura elettronica l’ ammontare dell’ imposta di bollo addebitata andrà quindi indicata con natura IVA N2.2 (il medesimo previsto per gli onorari).
Similmente l’ esposizione dell’ imposta di bollo addebitata in fattura a titolo di somma assimilabile a compensi/ricavi comporterà dei riflessi anche nella compilazione della Certificazione Unica (diventa compenso).

Forfettari, l’ addebito del bollo è compenso
Chiama Ora
Maps