DOMICILIO DIGITALE PROFESSIONISTI

Il Domicilio Digitale

L’ articolo 37 del Decreto Legge del 16 luglio 2020 n. 76 (Decreto Semplificazioni) è intervenuto sulla disciplina del codice dell’amministrazione digitale rafforzando l’obbligo per imprese e professionisti di comunicare il proprio domicilio digitale.

Le imprese devono comunicare il proprio domicilio al Registro Imprese e i professionisti ai rispettivi Ordini Professionali.

Per domicilio digitale si intende l’indirizzo presso il quale la P.A. invia atti, comunicazioni e notifiche al cittadino (PEC o equivalente).

Obbligo Professionisti e Sanzioni

Il professionista che non comunica il proprio domicilio digitale all’ Albo o elenco e’ soggetto a diffida ad adempiere, entro trenta giorni, da parte del Collegio o Ordine di appartenenza.
In caso di mancata ottemperanza alla diffida, il Collegio o Ordine di appartenenza applica la sanzione della sospensione dal relativo Albo o elenco fino alla comunicazione dello stesso domicilio.

Attualmente moltissimi professionisti già da tempo si interfacciano con la P.A. mediante la PEC e hanno, quindi, già comunicato all’Ordine il proprio domicilio digitale:

Si consiglia di verificare se la PEC sia scaduta, inattiva, non rinnovata o cambiata.

La Scadenza

Entro il 1° ottobre 2020 imprese e professionisti sono obbligati a comunicare il proprio domicilio digitale, pena l’irrogazione di sanzioni.