Novità Processo Tributario

Legge

Legge 31 Agosto n. 130

La legge 31 agosto 2022 numero 130 ha definito nuove norme in materia di processo tributario.
In particolare, si segnalano le seguenti novità:

  • ruolo autonomo e professionale della magistratura tributaria;
  • rafforzamento della conciliazione giudiziale;
  • superamento del divieto di prova testimoniale;
  • introdotta una specifica sezione della Corte di Cassazione per le liti tributarie.

La testimonianza nel processo tributario

Prima della Legge 130/2022 la disciplina in materia di prove nel processo tributario escludeva espressamente la testimonianza (per il carattere essenzialmente documentale del processo tributario).

Le dichiarazioni dei terzi riprodotte nei processi verbali della Guardia di Finanza o dell’ Amministrazione Finanziaria erano nella quasi totalità delle volte utilizzabili a supporto della pretesa dell’ ente impositore.

La Corte di Cassazione si è preoccupata di riequilibrare i rapporti tra ente impositore e contribuente riconoscendo anche al contribuente il potere di introdurre dichiarazioni rese da terzi in sede extraprocessuale (Cass., Sez. 5, Sentenza n. 11785 del 14/05/2010).

L’ art. 7 co. 4 del DLgs. 546/92 come riformato dalla Legge 130/2022 prevede, in sintesi, che:

  • rimane vietato il giuramento ma entra, seppur in forma attenuata, nel processo tributario la prova testimoniale;
  • la prova testimoniale è ammessa solo in forma scritta che, a differenza di quanto accade in ambito processuale civilistico, può essere assunta d’ ufficio anche senza accordo tra le parti;
  • sussistono specifici limiti all’ acquisizione della prova testimoniale.

Nei casi di pretesa tributaria fondata su verbali o altri atti facenti fede sino a querela di falso la prova testimoniale è ammessa soltanto su circostanze oggettive diverse da quelle attestate da pubblico ufficiale.

Novità Processo Tributario
Chiama Ora
Maps