Acquisti Intracomunitari da soggetti senza P. IVA

Acquisto Intra da soggetti senza P. IVA

È il caso, ad esempio, del Regno Unito: la normativa inglese, infatti, prevede uno specifico esonero dal possesso della partita Iva per tutti quei contribuenti che non superano una determinata soglia di volume d’affari.

Quali sono gli obblighi dei soggetti passivi d’imposta italiani? 

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 36/E del 21 giugno 2010, risponde a tale quesito.

Il soggetto passivo italiano che acquista beni o riceve servizi da un operatore sottoposto al suddetto regime delle piccole imprese:

  • non effettua alcun acquisto intracomunitario, in quanto si deve supporre che trattasi di un’operazione rilevante ai fini Iva nello Stato membro di origine.
  • emette un’autofattura senza applicazione dell’imposta al fine di documentare l’acquisto. È preferibile ottenere dall’operatore comunitario apposita documentazione dalla quale risulti l’esatta qualificazione fiscale della società.
  • non compila l’elenco riepilogativo degli acquisti intracomunitari.

 

Potrebbe interessarti anche: