Come Detrarre la Mensa Scolastica

Le spese sostenute per la mensa scolastica sono detraibili in quanto comprese tra quelle per la frequenza di scuole dell’infanzia, del primo ciclo di istruzione e della scuola secondaria di secondo grado.

Nel documento di prassi n. 3/E/2016, i tecnici del Fisco hanno precisato che le spese per la mensa scolastica possono essere detratte in dichiarazione dei redditi anche se il servizio è fornito dal Comune o da altri soggetti terzi rispetto alla scuola.

Documentazione Necessaria

La spesa può essere rappresentata:

  • dalla ricevuta del bollettino postale;
  • dal bonifico bancario;
  • dall’attestazione rilasciata dal soggetto che ha ricevuto il pagamento o dalla scuola che certifica l’ammontare delle spese sostenute nell’anno con i dati dell’alunno o studente nel caso in cui il pagamento sia avvenuto in contanti o con altre modalità (ad esempio, bancomat), o l’acquisto di buoni mensa in formato cartaceo o elettronico.

Ai fini della detrazione, la documentazione deve riportare :

  • l’intestazione del soggetto destinatario del pagamento (scuola, Comune o altro fornitore del servizio);
  • l’indicazione della causale del servizio mensa;
  • la scuola di frequenza;
  • il nome e cognome dell’alunno.

Quanto è possibile detrarre ?

Per le spese sostenute nel 2017, detraibili nel modello 730/2018 o nel modello Redditi 2018, la detrazione spetta in misura pari al 19% fino a un massimo di € 717 per alunno/studente.


Tratto da Fisco 7  – Approfondisci su Fisco 7