Lavoratori Domestici: Infortunio e Malattia

Colf & Badanti: Infortunio e Malattia

In caso di malattia o infortunio, il lavoratore domestico ha diritto alla conservazione del posto di lavoro per un numero di giorni che varia in base all’anzianità di servizio:

  • per anzianità fino a sei mesi, superato il periodo di prova, tale periodo è di 10 giorni di calendario;
  • da sei mesi a due anni è di 45 giorni di calendario;
  • mentre per in lavoratori in servizio da oltre i due anni, 180 giorni di calendario.

Una volta esauriti i giorni pagabili di malattia o infortunio, qualora il lavoratore si trovi ancora impossibilitato a riprendere la propria attività lavorativa, ha facoltà di richiedere al datore di lavoro il godimento delle ferie maturate e non godute. Questo è infatti quanto stabilito dalla Sentenza 14471 del 7 giugno 2013 della Cassazione Civile, sezione Lavoro, secondo la quale il godimento delle ferie andrebbe in questo caso a sospendere il decorrere del periodo di comporto.

Per quanto concerne la retribuzione spettante durante il periodo di comporto ci si attiene, in caso di malattia, a quanto indicato dall’articolo 26 del Contratto Collettivo Nazionale e, in caso di infortunio, all’articolo 28 dello stesso CCNL.

Leggi articolo completo su Fisco7.