Milleproroghe: Novità Lavoro

Si elencano di seguito alcune novità in materia lavoro introdotte dalla conversione in legge del “Decreto Milleproroghe”, che il 23 febbraio 2017 ha ottenuto il via libera definitivo dalla Camera dei Deputati.

  1. Co.co.co: Prorogato al 1° gennaio 2018 il termine di decorrenza del divieto per le pubbliche amministrazioni di stipulare contratti di collaborazione le cui modalità di esecuzione sono organizzate dal committente.
  2. CIGS: Per l’anno 2017, entro un limite di spesa pari a 117 milioni di euro, è stato concesso, previo accordo stipulato presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con la presenza del Ministero dello Sviluppo Economico e della regione interessata, un ulteriore intervento di integrazione salariale straordinaria, fino al limite di 12 mesi, alle imprese operanti in un’area di crisi industriale complessa riconosciuta, in deroga ai limiti di durata generali stabiliti per la suddetta tipologia di intervento.
  3. INPS: È stato differito dal 2017 al 2018 la decorrenza di un nuovo regime temporale di pagamento dei trattamenti pensionistici a carico dell’INPS, degli assegni, pensioni ed indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili e delle rendite vitalizie a carico dell’INAIL.
  4. INAIL: È stato disposto un differimento del termine di decorrenza dell’obbligo – a carico del datore di lavoro e del dirigente – della comunicazione in via telematica all’INAIL, a fini statistici e informativi, dei dati relativi agli infortuni che comportano l’assenza dal lavoro di almeno un giorno, escluso quello dell’evento.
  5. COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO: È stato disposto il differimento dal 1° gennaio 2017 al 1° gennaio 2018 della decorrenza di alcune norme in materia di collocamento obbligatorio (obbligo per i datori di lavoro privati che occupano da 15 a 35 dipendenti di avere alle proprie dipendenze almeno un soggetto rientrante nella tutela del collocamento obbligatorio a prescindere dalla circostanza che il datore proceda o meno a nuove assunzioni –  obbligo per i partiti politici, le organizzazioni sindacali e le organizzazioni che, senza scopo di lucro, operano nel campo della solidarietà sociale, dell’assistenza e della riabilitazione, di rispettare le quote generali di lavoratori dipendenti rientranti nella tutela del collocamento obbligatorio a prescindere dalla circostanza che il datore proceda o meno a nuove assunzioni).
  6. LUL: È stato disposto il differimento dal 1° gennaio 2017 al 1° gennaio 2018 della decorrenza dell’obbligo della modalità telematica per la tenuta del libro unico del lavoro. Si ricorda che, ai sensi della norma oggetto della presente novella, tale sistema telematico deve essere allestito presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, secondo modalità tecniche e organizzative per l’interoperabilità, la tenuta, l’aggiornamento e la conservazione definite con decreto del medesimo Ministro.
  7. PENSIONI: È stato differito al 1° gennaio 2018 (in luogo del 1° gennaio 2017) il termine di decorrenza per l’effettuazione delle operazioni di conguaglio relative ai ratei dei trattamenti pensionistici corrisposti nel 2015.
  8. DIS-COLL: È stato prorogato fino al 30 giugno 2017 (in luogo del 31 dicembre 2016) l’istituto dell’indennità di disoccupazione per i collaboratori coordinati e continuativi.