Professionisti Preventivo Obbligatorio

La legge n. 124/2017 “Legge annuale per il mercato e la concorrenza”, entrata in vigore il 29 agosto 2017, obbliga i professionisti a formulare il preventivo in forma scritta al momento del conferimento dell’incarico da parte del cliente.

In particolare l’articolo 1 comma 150 della Legge ha modificato l’articolo 9  comma 4 del D.L. 1/2012 prevedendo che:

  1. il compenso per le prestazioni professionali deve essere pattuito in forma scritta o digitale;
  2. è necessario rendere noto al cliente il grado di complessità dell’incarico, fornendo tutte le informazioni utili circa gli oneri ipotizzabili dal momento del conferimento fino alla conclusione dell’incarico;
  3. devono essere indicati i dati della polizza assicurativa professionale;
  4. il compenso deve essere adeguato all’importanza dell’opera e va pattuito indicando per le singole prestazioni tutte le voci di costo (comprensive di spese, oneri e contributi).

Il riferimento alla forma digitale rimanda alla discrezionalità del professionista circa la forma da utilizzare comprendendo qualsiasi documento di natura elettronica incluse e-mail e relativi allegati.

Per la mancata formulazione del preventivo non è prevista alcuna sanzione.
Tuttavia, l’inadempimento potrebbe assumere rilevanza dal punto di vista deontologico.